OSSERVATORIO PALMETTA – CERESOLI/COSCO

di Laura Cantale

 

Da due settimane, presso il Centro di Palmetta, in Umbria, si sta svolgendo il terzo momento di un ciclo di residenze d’artista pensate dal Centro e che prevede la partecipazione di tre artisti per residenza. Alberto Ceresoli e Carmela Cosco sono tra questi; ideatori di un progetto che vuole, come sua intenzione iniziale, esplorare le relazioni definibili tra realtà e comunità diverse, delle quali il Centro di Palmetta è pieno, e raccogliere tutto il materiale di analisi per creare quello che, forse, potrà definirsi come un “vademecum delle relazioni”, atto a dichiarare come le sfumature dell’arte siano molteplici e vogliano definirsi in ambiti e territori apparentemente ostici ma carichi di significati più o meno nascosti.

L’azione di “raccolta” del materiale è lasciata all’intuizione e alle sensazioni che, giorno per giorno, si generano, raccontandole utilizzando un approccio giornalistico – l’intervista, la registrazione, il documentare con materiale fotografico – fino ad avere un quadro completo delle micro-realtà che si sono avvicendate durante il ciclo di residenze, e definirne il loro essere parte integrante della grande comunità che è il Centro di Palmetta.

Questo è un mondo articolato, spiazzante e affascinante allo stesso tempo, ricco di storia, in termini di momenti di vita vissuta; da scuola, a sede di una radio amatoriale, a centro sociale, a luogo che potrebbe trasformarsi in un parco/museo all’aperto, in tutti i suoi aspetti è detentore di azione e vita vissuta e, come tale, dona una costellazione di spunti talmente ampia da toccare ogni genere di sfera, umana e pratica.

Alberto Ceresoli e Carmela Cosco si interfacciano anche con utenti che realizzano altri progetti, all’interno del Centro di Palmetta, che non hanno a che vedere con l’arte contemporanea, ma che toccano il concetto di integrazione sociale e che, come tali, donano profondi spunti per continuare a capire e studiare le relazioni e che permettono un importante interfacciarsi utile allo “studio” che il duo ha attivato.

Durante la Skype Call avvenuta con il duo Ceresoli/Cosco c’è stata l’occasione di conoscere anche gli altri due artisti che partecipano alla residenza al Centro di Palmetta, Martina Cioffi e Marco Emmmanuele; la prima lavora con le ceramiche, facendole dialogare con gli ulivi del frutteto del centro, il secondo ha realizzato una struttura con il legno locale, che prende spunto da un pantografo e che ripropone texture e analizza il peso dell’azione umana sulla macchina.