ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CATANIA
Lectio Magistralis
Armando Milani

 

venerdì 19 giugno 2015 ore 10:00
catania / accademia di belle arti
aula magna, via vanasco, 9

La scuola di graphic design dell’Accademia di Belle Arti di Catania è lieta di presentare la lectio magistralis di Armando Milani.
Una testimonianza di un protagonista del Graphic Design Internazionale, che ha collaborato con personaggi di riferimento del ‘Made in italy’ come Antonio Boggeri, Giulio Confalonieri e Massimo Vignelli. Milani introdurrà la sua lectio ricordando i designer che hanno scritto la storia del Graphic Design come: Albe Steiner, Franco Grignani, Max Huber, Giulio Confalonieri, Ilio Negri, Antonio Boggeri, Aldo Calabresi, Bruno Monguzzi, Pino Tovaglia, Giancarlo Iliprandi, AG Fronzoni e molti altri. A seguire illustrerà la sua esperienza lavorativa Milano – New York, dal primo marchio premiato Rai Radiotelefontuna (1965) ai poster sociali come Odio – Amore per Charlie Hebdo (2014), Albert Camus (2015) e la sua ultima produzione editoriale il libro No Words Posters: One Image is Enough (2015).
Armando Milani in una recente intervista (designculture.it, 2014) alla domanda ‘Quali suggerimenti darebbe a un giovane progettista?’ Risponde così «Per capire dove vogliamo andare dobbiamo sapere da dove veniamo e per infrangere le regole, se vogliamo essere innovativi, bisogna prima conoscerle. Mi piace pensare all’evoluzione, non alla rivoluzione della grafica».
L’incontro è organizzato da Gianni Latino, docente coordinatore della scuola di Graphic Design, saranno presenti: Virgilio Piccari, Direttore Accademia di Belle Arti di Catania e i docenti di Graphic Design Giuseppe Maurizio Astuti, Ciro Esposito e Marco Lo Curzio.

profilo biografico
Armando Milani (Milano, 1940) è una delle più importanti figure internazionali della grafica italiana, membro dell’AGI (Alliance Graphique Internationale), socio onorario AIAP (Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva). Nel 1960 studia con Albe Steiner alla Società Umanitaria di Milano, successivamente collabora con designer italiani come Antonio Boggeri e Giulio Confalonieri. Nel 1965 viene premiato per il marchio Rai Radiotelefortuna.
Apre il suo studio nel 1970 a Milano, nel 1977 si trasferisce a New York dove collabora con Massimo Vignelli, creando nel 1979 la Milani Design. Ha ricevuto premi internazionali come il New York City Capital of the World (1995); Premio Compasso d’Oro della Triennale di Milano, 2004.
Ha collaborato con l’Organizzazione delle Nazioni Unite (United Nations) realizzando il poster War-Peace (2002) diffuso a livello internazionale e una collana di opere Human Design Collection (2004). Ha tenuto corsi e seminari sul Graphic Design in Scuole e Istituti come: Cooper Union, Art Director Club,New York; University of Kansas, Parsons School of Design, Santo Domingo; Mexico University, Acapulco; Università per stranieri a Perugia, Istituto Europeo di Design, Milano, è stato docente universitario al Politecnico di Milano.
Nel 2015 al Museo Luzzati a Porta Siberia a Genova va in scena una mostra dal titolo Haine – Amour/Odio – Amore, 50 opere ispirate al dialogo, alla pace e alla tolleranza. Ha pubblicato A double life of 80 AGI designer, Burgo, 1996; 50 poesie di Lawrence Ferlinghetti 50 immagini di Armando Milani (a cura di Giada Diano), Gam, 2010.
Nel maggio del 2015 ha pubblicato No Words Posters: One Image is Enough, una raccolta di 200 poster da oltre 100 designer provenienti da tutto il mondo su temi sociali, ‘dove la forza comunicativa delle immagini prevale sulla parola’, pubblicato dal Rit Press (Rochester Institute of Technology, NY). Vive a Milano.