Festival Internazionale dell’Archivio e del Patrimonio
Paternò (CT) 23-29 GIUGNO 2014

Si inaugura il 23 giugno la prima edizione del Festival Internazionale dell’Archivio e del Patrimonio che si svolgerà in diversi edifici pubblici e privati di Paternò (CT), lungo un calendario di eventi giornalieri, fino al 29 giugno.
Ideato e organizzato dal MMAV (Museo Mediterraneo di Antropologia Viva), il Festival si presenta come una rassegna intensa, con decine di autori e titoli che si avvicenderanno nel corso di sei giorni pieni di attività diversificate.
Il Festival nasce per condividere pubblicamente i risultati di quattro anni di ricerca del gruppo indipendente che fa capo al MMAV, fondato con l’intento di promuovere la pratica del riutilizzo delle fonti di archivio per la creazione di nuove forme di narrazione capaci di ristabilire un minimo comune denominatore nell’immaginario popolare. Un lungo lavoro di intreccio ha permesso al gruppo di costituire un’importante rete culturale di sostegno al Festival, determinando la nascita di un’iniziativa di ricerca e sperimentazione che, di fatto, non pare avere eguali nel resto del mondo.
Tra gli appuntamenti del Festival, organizzato in più sezioni e percorsi che alternano proiezioni di film e video per più di 100 ore di visioni. Firme prestigiose del cinema e della televisione nazionale ed interanazionale: Rossellini, Grifi, Tornatore, Movimentomilc, Faroucki, Fava, Gianikian, Tomarchio, per citarni alcuni.
Non mancheranno momenti dedicati alla musica con 4 concerti tra i quali, Clara Salvo, Dolore Melodia, i Cantori di Galati Mamertino, le sorelle Gaballo e Rosita, per un mix di musica dai regni del mare, Puglia, Sicilia e Campania. Inoltre, a connotare l’iniziativa nei termini di una sperimentazione anche didattica, si inserisce l’offerta di 3 workshop specialistici (Restauro Media obsoleti; Documentazione come archivio; Digitalizzazione e restauro audio) aperti a 18 studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania che per l’intera settimana avranno l’opportunità di fare esperienza diretta con artisti dal calibro internazionale (Studio Azzurro, Cyop&Kaf), godendo della partecipazione gratuita e dell’ospitalità offerta dall’organizzazione.
Infine due interventi d’arte racchiusi in due mostre prestigiose curate da Galleria Occupata: Documenti inediti provenienti dall’archivio storico del Comune di Paternò interloquiranno con artisti contemporanei come Emilio Macchia, Fabrizio Cosenza, Federico Lupo, Turi Papa, Canecapovolto, William E. Jones. E infine una installazione intereamente dedicata all’Etna, con le straordinarie immagini dell’operatore Rai Giovanni Tomarchio, il tutto ad un anno dall’inserimento del vulcano nella lista del patrimonio dell’umanità Unesco.
Questa edizione del Festival è realizzata con la collaborazione di: Filmoteca Regionale Siciliana, Archivio Storico del Comune di Paternò, Folkstudio di Palermo, Accademia di Belle Arti di Catania, Fondazione Buttitta, Centro Regionale per l’inventario e la catalogazione, Rai Teche Regione Sicilia, Fuori Orario – Raitre, Claclab, Fondazione Fava, Museo dell’Informatica Funzionante di Palazzolo Acreide, Fondazione Horcynus Orca,

Web:
fipa.mmav.it
Facebook

Info e richieste:
fipa@mmav.it
ospitalita@mmav.it
workshop@mmav.it