Divinazioni/Divinations

residenze d’artista a Villa Aurea
a cura di Giusi Diana

Villa Aurea Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento
18 agosto – 07 settembre 2012

Il programma di residenze artistiche dal titolo Divinazioni/Divinations ideato e curato da Giusi Diana e promosso dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, (inserito nell’ambito della rassegna estiva Venerdì nella Valle), è rivolto su invito ad artisti italiani e nasce dall’esigenza di coniugare archeologia, paesaggio visivo e sonoro, ricerca estetica e innovazione tecnologica, in una visione dinamica della storia, che l’arte è chiamata a vivificare attraverso lo sguardo peculiare del presente che ogni epoca riserva con ammirazione e stupore alle straordinarie testimonianze archeologiche presenti nella Valle.

Domenico Sciajno (compositore e performer) e Sergio Zavattieri (fotografo), sono gli artisti invitati quest’anno, che dal 18 agosto al 07 settembre, in un tempo sospeso quale è quello della residenza, si dedicheranno liberamente ad un progetto creativo site specific che scaturirà dalle suggestioni che il luogo davvero straordinario in cui vivranno per tre settimane offrirà loro.

Per la prima volta due artisti italiani avranno la possibilità di risiedere all’interno di un sito archeologico di tale importanza e di produrre le loro opere a stretto contatto con le gloriose vestigia del passato che tutto il mondo ci invidia, confrontandosi con il numeroso e internazionale pubblico dei visitatori del Parco che, durante il periodo della residenza, potrà accedere agli ateliers degli artisti e interagire con loro attraverso l’originale formula della public studio visit (visita a studio aperta al pubblico) che mostrerà il processo creativo in divenire.

La residenza avrà come eccezionale sede Villa Aurea, posta nel cuore della Valle, una dimora ottocentesca che negli anni ’20 fu scelta come residenza privata da sir Alexander Hardcastle, capitano della Royal Navy britannica e mecenate inglese che tra il 1920 e il 1930 finanziò ad Agrigento importanti campagne di scavo dirette dal giovane archeologo Pirro Marconi. Tra i suoi maggiori meriti quello di avere risollevato le otto colonne del Tempio di Ercole, accanto al quale sorge la sua dimora che agli inizi del ‘900 venne frequentata da archeologi, studiosi e visitatori stranieri affascinati dall’impresa del capitano inglese.

La villa articolata su due piani, con vista ad oriente sul Tempio della Concordia, sorge accanto al Tempio di Ercole ed è costruita sopra una fitta rete di ipogei, visibili nel vasto giardino che la circonda, che fanno parte del complesso della necropoli paleocristiana e bizantina.

La residenza artistica della durata di tre settimane, ha tra le sue finalità quella di favorire lo sviluppo di processi creativi ad alto contenuto tecnologico in contesti culturali peculiari, quale è quello del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, di sostenere il lavoro di ricerca degli artisti invitati, promuovendone la mobilità e lo scambio creativo, e di avvicinare il pubblico ai linguaggi del contemporaneo, “esponendo” non soltanto l’opera, ma anche il processo

attraverso cui l’artista perviene ad essa. A conclusione della residenza, le opere realizzate durante il periodo di permanenza verranno esposte in una mostra ( inaugurazione 07 settembre) nello spazio espositivo di Villa Aurea, inserendole nel percorso di visita del Parco.

 


DOMENICO SCIAJNO Torinese di nascita dal 1999 risiede a Palermo, musicista, performer e compositore di musica elettronica e strumentale, dal 1992 è presente come esecutore e compositore nelle principali manifestazioni europee nel campo della nuova musica, suoi lavori sono stati pubblicati da etichette di musica elettronica e sperimentale. Dal 1994 è assistente e collaboratore del compositore americano di musica elettro-acustica Alvin Curran. Il suo interesse per l’improvvisazione e l’educazione accademica del Conservatorio trovano un concreto campo di confronto nella interazione tra strumenti acustici ed il loro “live-processing” tramite computer. Esperto di musica elettronica e di programmazione di attrezzature audio visive digitali, ha realizzato installazioni sonore interattive per gallerie private e spazi espositivi pubblici. L’interesse per esperienze che coinvolgono diverse discipline artistiche si concretizza in performance dove ricorre all’uso coreografico dello spazio scenico ed alla produzione di visuals. Impegnato nella diffusione della sperimentazione artistica, nel 1995 ha fondato l’Associazione Antitesi, nel 2003 ha avviato insieme ad altri musicisti l’etichetta Bowindo ed ha fondato il collettivo nazionale iXem (Italian Experimental Electronic Music). Dal 2004 dirige ed organizza il festival di arti elettroniche Live!iXem. Nell’edizione 2004 del Prix Ars Elettronica il suo lavoro OUR UR in collaborazione con Alvin Curran ha ricevuto la menzione speciale.

SERGIO ZAVATTIERI Vive tra la Sicilia e la Spagna. Ha studiato fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo e l’Università Politecnica di Valencia in Spagna. Sue opere sono state esposte in numerose mostre personali e collettive in Italia, Finlandia, Stati Uniti, Spagna e Germania. I suoi lavori più recenti esplorano le dinamiche della mistificazione e il modo in cui la verità muta attraverso i filtri, prima di diventare informazione, dando vita ad una personale estetica dell’irrealtà. Tra le principali esposizioni collettive e personali cui ha preso parte: 2012 Die Grosse Kunstausstellung NRW, Museum Kunstpalast, Düsseldorf, Germania; 2011 À partir de l’Eau-Storia di una sconosciuta, Zelle Arte Contemporanea, Palermo; Allegory of the Cave, Quattrocentometriquadri Gallery, Ancona; 2010 The Ancient Romans Portfolio, Zelle Arte Contemporanea, Palermo (personale); LÚMEN_EX 2010, Premios de Arte Digital Universidad de Extremadura, Palacio de Camarena, Cáceres, Spagna; 2008 Alargando el tiempo todo adquiere formas diferentes (personale), La Sala Naranja, Valencia, Spagna; Out of Time, Axel Lapp Projects, Berlin; Digital Media 1.0, LA NAU/ Universidad de Valencia; The Immaterial Body, Galleria Huuto-Cable Factory, Helsinki, Finlandia; 2003 Falso movimiento (personale), Fundación Municipal de Cultura El Puig, El Puig-Valencia, Spagna.


Scheda Tecnica

titolo:
Divinazioni/Divinations residenze d’artista a Villa Aurea

artisti invitati
Domenico Sciajno – (video installazioni sonore interattive) Sergio Zavattieri – (fotografia)

curatore: Giusi Diana

sede:
Villa Aurea – Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi Via Panoramica dei Templi, 92100 Agrigento (Italia)

date residenza:
sabato 18 agosto 2012 – venerdì 07 settembre 2012

inaugurazione mostra finale:
venerdì 07 settembre, ore 20,00

Un progetto di:
Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi

Via Panoramica dei Templi, Casa Sanfilippo 92100 Agrigento
tel. 0922 621611- fax 0922 26438
parcodeitempli@regione.sicilia.it
www.parcovalledeitempli.it

URP dott. Antonio Infantino RUP arch. Carmelo Bennardo Il direttore del Parco arch. Giuseppe Parello