Dal mancato finale
Francesco Balsamo

Ci sono due Francesco Balsamo, uno poeta, l’altro pittore, condividono nome e corpo, ma sono due, ben distinti. (…)
Il poeta toglie peso alle cose, ama soprattutto la neve, credo sia un suo allievo, e vive in Sicilia.
Il pittore ridà peso alle cose, le annerisce, asseconda le macchie, vive nel suo studio, che potrebbe essere a Varsavia ma anche a Cracovia, forse Budapest, ma oltre il fiume, in campagna, un paese dove fanno il nido le cicogne. (…)
“Dal mancato finale” sono visioni sospese che sembrano condividere con la poesia il torpore delle definizioni, il sonno delle conclusioni, la morte delle affermazioni, ma il procedimento è inverso.
Anche qui, come nella poesia, qualcosa continuamente nega la verosimiglianza, le nostre certezze ottuse riguardo al tempo e allo spazio, anche qui si seminano piccoli enigmi come lucine nel buio, come apparizioni. Ma nella poesia, tutto è luce e governo d’infanzia. Qui, invece, non c’è più un capitano della paura, non c’è più neve che copre bianca ed equanime. Qui ci sono tratti fitti fitti e quel che sgombera senso comune, che lo sbaraglia, è nascosto, velato. (…)

a cura di Ritmo, spazio culturale indipendente

Opening 21.12.2014
h. 19.00

fino al 10.02.2015

BIO
Francesco Balsamo (Catania 1969).
Nel suo lavoro si affiancano disegno e scrittura in versi.
Il disegno è stato (in parte è ancora) il primo “principio di funzionamento” della sua testa, fino a quando scopre che le parole sono i segni più misteriosi e imprevedibili. Tenta da quei primi momenti di coniugare disegno e scrittura, ma riesce solo ad alternarle come pratiche nel corso dei suoi anni di apprendistato. Apprendistato che non si è ancora concluso.

Media partner:
Balloon

www.balloonproject.it

Durante l’opening sarà disponibile il libro a tiratura limitata realizzato dall’artista in collaborazione con Fabrizio Cosenza Studio (Graphic Design e Publishing).

www.welcometoritmo.com
www.francescobalsamo.it