BOCSlab/Galleria Occupata

DATA
giovedì 20 dicembre, orario 17.00/22.00, giornata aperta agli artisti
venerdì 21 dicembre, orario 17.00/22.00, giornata aperta al pubblico e agli operatori del settore
sabato 22 dicembre, ore 10.00, chiusura dei lavori

LOCATION
BOCS, via grimaldi 150 Catania

COSA
Una scuola indisciplinata per la fondazione di Galleria Occupata
Galleria Occupata nasce e si sviluppa a partire dai desideri e dalle necessità di diverse persone e figure attive sulla scena dell’arte contemporanea siciliana, accomunate dalla volontà di reagire ai meccanismi e alle consuetudini del mercato dell’arte inteso come forma collaudata di una relazione tra artista-gallerista-collezionista basata essenzialmente su logiche dettate dal profitto economico.

Galleria Occupata studia e pratica metodi concreti affinché questa relazione si instauri a partire da presupposti differenti, individuando nella ricerca l’unica opera possibile, nell’opera un momento di formalizzazione, nella pratica artistica un bene culturale, nell’artista un lavoratore.
Attualmente, i fondatori di Galleria Occupata sono impegnati nella redazione di uno statuto che possa sancire la nascita giuridico-politica della galleria stessa, nonché nella elaborazione di modelli contrattuali utili a sancire, con una formula chiara e trasparente, i rapporti tra i soggetti di volta in volta coinvolti.
I fondatori credono che Galleria Occupata stia nascendo come atto necessario, riferito ad un contesto in cui ha ancora senso costruire un dibattito attorno alle tematiche del riconoscimento dei diritti del lavoro intellettuale.
Nel corso delle giornate indicate, il BOCS diventerà la sede temporanea di Galleria Occupata, ovvero un luogo di studio e discussione per i suoi fondatori che, venerdì 21 dicembre dalle ore 17 alle 22, apriranno lo spazio al pubblico per incontrare alcune precise personalità del sistema dell’arte siciliano (studiosi, curatori, galleristi, collezionisti, artisti), al fine di confrontare il nuovo modello proposto con quelli attualmente adottati dagli altri attori, attivi e operanti a livello territoriale e internazionale.
Inoltre, nei tre giorni indicati, il BOCS ospiterà un allestimento di opere e progetti di artisti che hanno scelto di contribuire al mantenimento dell’attività dell’associazione e che hanno aderito ai principi promossi da Galleria Occupata. Nell’ambito dell’iniziativa BOCSLab, ogni opera in esposizione verrà proposta al pubblico interessato al costo simbolico di 300 Euro.