Intervista a Vito Stassi
di Valentina Lucia Barbagallo

Chi è Vito Stassi? Raccontaci brevemente di te.
E’ una domanda alla quale non so rispondere.

Che musica ascolti? Qual è l’ultimo libro che hai letto? Chi sono gli artisti che ami?
Ascolto diversa musica, dipende dai periodi. Se devo citare un musicista in particolare scelgo Robert Wyatt.
Ti dico il primo libro che ho letto da piccolo: ”La famosa invasione degli orsi in Sicilia” di Dino Buzzati.
Ho amato diversi artisti ma quelli che nel tempo continuano a piacermi sono pochi. Anche qui và a periodi.

Come definiresti il tuo lavoro?
Silenzioso.

C’è stato un evento o un incontro in particolare che ha segnato una svolta nella tua ricerca?
Quando per sbaglio ho versato del diluente su un foglio di carta.

Cosa pensi del panorama artistico siciliano?
Penso che ci sia tanta energia e tanta voglia di fare. Spesso però questa energia si disperde in maniera poco fruttuosa.

Progetti futuri?

Continuare a lavorare.

(1)

(2)

(3)

(4)

(1) Bust, oil on canvas 45×35 cm, 2013.
(2) head, olio su tela, 60×50 cm.
(3) River, oil on canvas, 60×50 cm, 2012.
(4) steam 2, oil on canvas, 80×65 cm, 2013.