Altro che panettone:

La Di Stefano presenta in anteprima nazionale la sua collezione di Limited Edition.

di Roberta Randisi

 

In attesa delle prossime festività natalizie, la Galleria d’Arte Moderna di Palermo ha ospitato, presso i locali della caffetteria, ALTRO CHE PANETTONE, la mostra-conferenza sulle capsule collection d’autore Di Stefano: un incontro tra la Di Stefano che dal 1986 ha avviato un laboratorio di pasticceria artigianale a conduzione familiare a Raffadali (Ag) e alcune realtà artistiche siciliane d’eccellenza.

Un talk con il pubblico, in compagnia dei curatori del progetto affidato al team di Industria 01, l’immancabile presenza di Marella Ferrera (assente, ma ha inviato un video-messaggio), Alice Valenti, Andrea Branciforti e Domenico Pellegrino che, dal 2016 al 2019 sono stati invitati a realizzare dei cadeaux d’autore numerati e firmati per le Special Christmas Edition. In mostra la truscia di Marella Ferrera, la latta di Alice Valenti e i piatti di Alice Valenti, Andrea Branciforti e Domenico Pellegrino insieme a una quantità di lievitati in colorate scatole e vari gusti pronti per l’assaggio finale.

Da Marella Ferrera, stilista catanese, nonché madrina del progetto, che ha metaforicamente cucito un abito su misura per un lievitato artigianale di qualità disegnando un packaging delicato ed elegante che rimanda all’antico metodo di confezionamento degli alimenti: la Truscia, realizzata con un patchwork di antichi tessuti di batista di cotone cuciti a mano, al sorriso timido da donna intelligente di Alice Valenti, artista già famosa per la realizzazione dei frigoriferi d’Arte Smeg – D&G e autrice dell’etichetta Averna Magnum Limited Edition. Nel 2017, l’artista inizia la sua collaborazione con la Di Stefano, realizzando due piatti-cadeau in legno i cui soggetti rimandano all’immaginario tradizionale siciliano. Ruota, un omaggio al carretto e Paladini, il cui disegno è ridotto alla semplicità del segno grafico fatto di linee nette e definite le cui cromie riprendono i colori brillanti della Sicilia: rosso e giallo su fondo bianco. Ambedue le grafiche sono impresse con la tecnica storica e preziosa della serigrafia su legno e stampate in tiratura limitata. Quelle di Alice Valenti sono lavori che sviluppano un’idea di Sicilia archetipa ma al tempo stesso innovativa e personale, nel 2018 arriva dall’azienda una nuova proposta di collaborazione, questa volta in progetto c’è la realizzazione della classica latta salva freschezza in cui l’artista riunisce le icone più rappresentative dell’isola in maniera contemporanea: tra fichi d’india e agavi inserisce tre medaglioni raffiguranti i personaggi dell’opera dei pupi, il moro, il cavaliere e la dama. Tutto il lavoro è frutto dell’empatia creatasi sia con i curatori del progetto sia con i fratelli Di Stefano.

L’idea di legare il food all’arte è stata piacevolmente accolta anche da Andrea Branciforti, designer e docente del corso di cultura del design presso Harim | Accademia Euromediterranea. Quando la Di Stefano dolciaria gli propose la partnership, racconta, stava lavorando a un progetto realizzato usando lastre di Laminam, un materiale ceramico che aveva tutte le caratteristiche per essere portato a tavola: l’a-tossicità, la leggerezza, la praticità, l’antigraffio; ecc. La stampa serigrafica su Laminam diviene quindi il medium espressivo per la realizzazione del piatto-cadeau edizione 2018 prodotto in cinquecento esemplari, numerati e firmati. Branciforti con Orlando e Angelica riproduce uno stereotipo letterario in maniera semplificata. Su un piatto della serie Nero Assoluto fa serigrafare a bassa temperatura e a monocromia bianca un disegno dal tratto sottile, rapido e dalle linee morbide. Nella sua compiutezza si distinguono i lineamenti femminili di Angelica a sinistra, mentre a destra a compimento della silhouette, quelli di Orlando, unendo in un’unica figura i due amanti.

La Special Christmas Edition 2019 è firmata da Domenico Pellegrino, artista, scenografo, pittore amante delle policromie, narratore di storie e di luoghi. Tre varianti di colore, una stessa icona per il piatto-cadeau che è stato realizzato da Ceramiche De Simone su disegno di Pellegrino. «È un rimando ai colori dell’isola” – puntualizza Domenico Pellegrino, spiegando la scelta cromatica – il rosso è la passione ed è la forza impetuosa della lava dell’Etna; il verde è un omaggio alla conca d’oro e il blu è riferito al nostro meraviglioso mare». La lucentezza dello smalto fa scorgere con un sottile gioco d’ombre i due volti di A-Mori, incisi tono su tono nel piatto-cadeau disponibile in seicento copie nel personale stile dell’artista palermitano.

Chi ha lavorato allo sviluppo e alla realizzazione dell’idea sa osservare la Sicilia e ne sa sentire i profumi, un progetto in cui la ricerca in campo alimentare, il sapersi costantemente reinventare, ha permesso di rendere bello ciò che è buono proponendo un prodotto unico che respira d’arte, dolcezza, passione e tradizione.

Ph. Alessandro Castagna